Sostegno per la Formazione ed il Lavoro (SFL)

Aura Formazione > Sostegno per la Formazione ed il Lavoro (SFL)

Sostegno per la Formazione ed il Lavoro (SFL)

Dal 1° settembre 2023 è attivo il Sostegno per la Formazione ed il Lavoro

un’indennità mensile di
350 euro
che sostituisce il Reddito di Cittadinanza.

L’indennità si ottiene partecipando a varie iniziative tra cui:

Formazione
(quindi, anche con i corsi finanziati dal Programma GOL e altri)

Qualificazione e riqualificazione professionale

Politiche attive del lavoro

Servizio civile universale

Il contributo ha una durata di 12 mesi e non è rinnovabile. Viene erogato tramite bonifico direttamente dall’INPS.

REQUISITI

• Requisiti di cittadinanza:
- cittadino italiano o di un altro Paese dell’Unione europea;
- familiare di un cittadino italiano o dell’Unione europea e titolare del diritto di soggiorno, anche permanente;
- cittadino di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
- titolare dello status di protezione internazionale di cui al decreto legislativo 19 novembre 2007, n. 251 o apolide in possesso di analogo permesso

• Requisiti economici:
- ISEE familiare, in corso di validità, non superiore a 6.000 euro annui;
- valore del reddito familiare inferiore a una soglia di 6.000 euro annui, moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza ai fini ISEE;
- patrimonio immobiliare in Italia e all’estero (come definito ai fini ISEE) non superiore a 30.000 euro, diverso dalla casa di abitazione di valore IMU non superiore a 150.000 euro;
- patrimonio mobiliare, come definito ai fini ISEE, inferiore a:
        - 6.000 euro per i nuclei composti da un solo componente;
        - 8.000 euro per i nuclei composti da due componenti;
        - 10.000 euro per i nuclei composti da tre o più componenti (soglia aumentata di 1.000 euro per ogni minorenne a partire dal terzo).
Questi massimali sono incrementati di:
        - 5.000 euro per ogni componente con disabilità;
        - 7.500 euro per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza presente nel nucleo;

• Ulteriori requisiti:
- aver assolto il diritto-dovere all’istruzione e formazione o deve aver ottenuto il relativo proscioglimento (per coloro che hanno tra i 18 e i 29 anni);
- non risultare disoccupato a seguito di dimissioni volontarie, nei 12 mesi successivi alla data delle dimissioni. Sono fatte salve le dimissioni per giusta causa e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.
- nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario a qualunque titolo o avere piena disponibilità di: autoveicoli di cilindrata superiore a 1600 cc. o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc., immatricolati la prima volta nei 36 mesi antecedenti la richiesta, esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista un’agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità ai sensi della disciplina vigente; navi e imbarcazioni da diporto, nonché di aeromobili di ogni genere.
- mancata sottoposizione a misura cautelare personale, a misura di prevenzione, nonché la mancanza di condanne definitive, intervenute nei 10 anni precedenti la richiesta.

SFL e ATTIVITA’ LAVORATIVA
Il contributo è compatibile con l’attività lavorativa, dipendente o autonoma, purché il reddito percepito non superi le soglie per accedere alla misura; pertanto devono essere comunicati eventuali rapporti di lavoro già avviati all’atto della domanda e non rilevati dall’ISEE per l’intera annualità, nonché ogni altra variazione occupazionale che intervenga in corso di erogazione della prestazione.

DESTINATARI

L’indennità mensile di € 350 è rivolta ai singoli componenti di nuclei familiare, con le seguenti caratteristiche:
- età compresa tra i 18 e i 59 anni
- in possesso di particolari requisiti di cittadinanza ed economici
- assenza all'interno del nucleo familiare di minori, ultrasessantenni, persone con disabilità o in condizioni di svantaggio seguite dai servizi sociosanitari.

COME RICHIEDERLO

Per usufruire del Supporto per la Formazione e il Lavoro, è necessario seguire i seguenti passaggi:
1) Presenta la domanda tramite INPS accedendo con lo SPID o CIE oppure rivolgendosi ad un CAF o Istituto di Patronato;
2) Iscriviti al Sistema Informativo per l’Inclusione Sociale e Lavorativa (SIISL) per scegliere le attività formative utili alla qualificazione/riqualificazione;
3) Sottoscrivi il Patto di Attivazione Digitale (PAD) all'esito positivo dell’istruttoria della domanda;
4) Sarai convocato dal Centro per l’impiego per sottoscrivere il Patto di Servizio Personalizzato;
5) Frequenta un corso o altre iniziative di attivazione lavorativa.

INCOMPATIBILITÀ

L’indennità non può essere richiesta, nel caso in cui si percepisca pensione di cittadinanza o ogni altro strumento pubblico di integrazione o di sostegno al reddito per la disoccupazione.

OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE
Il beneficiario ha l’obbligo di comunicare la variazione:
- dei redditi;
- del patrimonio immobiliare o mobiliare (anche a seguito di donazione, successione o vincite), da cui sia derivato o possa derivare il superamento dei rispettivi valori soglia;
- del nucleo familiare, rispetto alla attestazione ISEE (in questo caso è necessario presentare una DSU aggiornata, pena la decadenza dal beneficio);
- ogni ulteriore variazione riguardante le condizioni ed i requisiti di accesso alla misura ed al suo mantenimento, a pena di decadenza del beneficio.

SEI INTERESSATO/A? CONTATTA

Dott.ssa Chiara Leone

P.Iva: 02330490687

Orario: Lun-Ven 9:00/19:00;

Sab-Dom su appuntamento

Scuola di formazione a 360 gradi!

AURA LOGO STANDARD_300 x 250

Succursale: